Volkswagen supera Toyota in un mercato automobilistico in crescita

E’ da un po’ di anni che a dividersi il primato nel mercato automobilistico sono i giapponesi di Toyota e i tedeschi della Volkswagen. Toyota ha conquistato nel tempo una leadership indiscussa grazie a strategie di produzione innovative e a un’originale organizzazione aziendale. I tedeschi, dal canto loro, puntano su una consolidata qualità del prodotto. Nel 2014 la Volkswagen si era avvicinata ai livelli di produzione dei competitor asiatici. A metà 2015 c’è stato lo storico sorpasso.

Nel primo semestre dell’anno il gruppo di Nagoya ha comunicato che le auto prodotte sono state 5,022 milioni, meno delle 5,04 milioni comunicate da Volkswagen. Siamo numericamente vicinissimi, ma comunque siamo di fronte ad un evento epocale, dato che è la prima volta che il colosso tedesco si trova al primo posto per la produzione di veicoli.

Un segno positivo, comunque, è da registrare in tutto il settore automobilistico. In tutti i paesi Ue ed Efta le immatricolazioni di veicoli commerciali a giugno sono aumentate del 18,3% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

L’incremento più consistente lo ha fatto registrare la spagna con un clamoroso +49,7% seguita da Regno Unito (+18,5%), Francia (+12,9%), Italia (+12,5%) e Germania (+9,4%).

Un segno evidente che la crisi si stia avviando verso la fine, ma anche che le ultime vicende politico-economiche hanno favorito l’export della Germania (top in produzione ma dietro agli altri Paesi europei per immatricolazioni), almeno per quanto riguarda le auto.